Nel 2012, al PAV di Torino esegue una sua composizione per tubofono e quartetto d’archi.

A partire da assi e scaglie di legno in stato originario, l’artista da’ avvio a un’azione di assemblaggio attorno all’idea di una barca capovolta, coinvolgendo nel lavoro i visitatori del centro d’arte contemporanea e affidando alla somma delle scelte la forma definitiva dell’opera. Sara’ il pubblico a decidere quali sezioni lignee incorporare alla scultura, indirizzando cosi’ la costruzione verso la propria interpretazione del tema. Chi salira’ sull’arca?

Link correlati:

http://www.francescoarecco.art/

Visualizzazioni totali 1,948 , Accessi oggi 9